Alberto Bonisoli Ministro della Cultura offende gratuitamente il grande Maestro

Quale sarebbe la colpa di Riccardo  Muti, il grande Maestro d’orchestra, pianista e musicista, nostra icona in tutto il mondo? Quella di aver perorato la causa del Museo di Capodimonte che avrebbe gradito nella sua  mostra-evento, per celebrare tutti i “Caravaggio” presenti a Napoli, anche la Pala d’Altare de “Le sette opere di Misericordia” di Caravaggio che si trova presso il Pio Monte della Misericordia a pochi km dal Museo. Infatti, Il Pio Monte della Misericordia è un edificio monumentale seicentesco situato in Piazza Cardinale Sisto Riario Sforza di Napoli al centro della città vecchia lungo Via dei Tribunali. Le Sette opere della Misericordia è il soggetto di un dipinto del pittore italiano Michelangelo Merisi da Caravaggio, realizzato tra la fine del 1606 e l’inizio del 1607.

Pio-Monte-Misericordia pio-monte-della-misericordia-napoli-e1460284775788-639x400-6ds2mj1es9b9ye94icgchtqw5vjhm45qav8ax4r4pmc

sette-opere-di-misericordia PIO-2

Riccardo Muti, uno dei simboli universali della cultura italiana, si era permesso di dire: “un danno all’Italia” il Caravaggio negato al Museo di Capodimonte da parte del Ministro dei Beni Culturali a 5 Stelle Alberto Bonisoli. Questi avrebbe potuto limitarsi a dire, come ha detto: La dialettica va sempre bene ma per gli esperti si corrono dei rischi nell’effettuare una movimentazione, qualsiasi essa sia, anche se è di due chilometri e non da Napoli a New York”. Purtroppo, a dimostrazione che abbiamo a che fare con una banda di incolti, ineducati, volgari e incompetenti sbruffoni, si è permesso  di insultare Riccardo Muti con queste cenciose parole: “Il maestro Muti ha una certa età. Gli voglio bene ed è una grande figura della musica italiana, lo abbraccio”. Come dire:  vecchio, mettiti da parte e facci lavorare.

Questo signore è stato scelto dalla ditta Casaleggio per fare il Ministro della Cultura. È quanto dire.

Enzo Carmine Delli Quadri