Ieri nel corso dell’audizione sul DEF (Decreto di Economia e Finanza 2019) presso il Senato, il Ministro Tria ha chiaramente detto che “l’IVA aumenterà se  non saranno trovate soluzioni alternative. A tutt’oggi queste soluzioni non ci sono!!”. Ha poi aggiunto che “misure alternative all’aumento dell’Iva si possono trovare ma compatibilmente con il rispetto degli obiettivi di bilancio”.

La lega e i 5S sono insorti all’unisono per placare gli animi degli investitori e spegnere la fiamma di una polemica pericolosa alla vigilia di elezioni molto importanti.  Si sono messi all’opera per riscrivere la parte relativa proprio all’aumento dell’Iva. Si scriverà che l’Iva andrà sterilizzata ma compatibilmente con i saldi di finanza pubblica. Con la prima parte della frase si comunicherà al popolo la loro intenzione di sterilizzare l’aumento per evitare che ogni famiglia arrivi a spendere in più di imposte circa 400 euro/anno. Con la seconda parte della frase si cercherà di tener calmi la Commissione Europea e i mercati. Di certo non si scriverà nulla su quale decisione concreta sarà presa per evitare l’aumento e tutto si rinvierà all’autunno.

La realtà bussa alla porta del Governo e le cartucce per sviare l’attenzione dai problemi economici del paese cominciano a scarseggiare.