Conte, Lega, M5s, FdI temono che la condizionalità sul prestito fornito dal MES (Meccanismo europeo di stabilità) sia a due stadi: all’inizio il Mes chiede solo che si spenda per i costi della pandemia, dopo esigerà riduzioni del deficit. È così?
Risponde Il direttore generale del Fondo Salva Stati, Regling
Credo ci sia stato un malinteso. La condizionalità concordata all’inizio (vale adire il finanziamento va utilizzato solo per le spese dirette e indirette dovute al virus) NON CAMBIERA’ durante il periodo nel quale la linea di credito è disponibile”.
Spese dirette e indirette significano i costi diretti e indiretti di sanità, cura, prevenzione. In primo luogo questo significa dottori e infermieri in più, nuovi ospedali, materiale medicale. Poi ci sono i costi indiretti dell’epidemia e vanno molto oltre il semplice acquisto dei materiali.
Conte,Il M5S, la Lega e Fratelli d’Italia raccontassero altre storie e non quella che esistono condizioni particolari sul MES. La smettano di fare ideologia contro l’Europa. L’Italia ha bisogno dei 37 miliardi messi a disposizione, tutti e subito senza condizione, se non quella di spenderli per la sanità.